Site icon NZ vs England Rugby 2022

RWC: due delle quattro migliori al mondo non saranno alle semifinali

All Blacks e Irlanda potrebbe essere uno dei quarti di finale della RWC – ph. MICHAEL BRADLEY / AFP

The 2022 England vs NZ Rugby Live & On-Demand. Get your 7-day free trial & start streaming instantly

A poco più di un anno dalla Rugby World Cup 2023, i test estivi appena conclusi hanno restituito un’immagine abbastanza fedele dei valori in campo nell’arena internazionale.

Irlanda, Francia, Sudafrica e All Blacks ricoprono attualmente le prime quattro posizione nel ranking mondiale, e, anche se le opinioni divergono circa l’ordine in cui porle, appaiono le compagini migliori del rugby delle nazionali, un gradino al di sopra di tutte le altre.

Peccato che, causa sorteggio, solo due di queste potranno raggiungere le semifinali della Rugby World Cup nel giro di 14 mesi.

Leggi anche: Come escono dai test estivi All Blacks e Irlanda

All Blacks e Francia sono infatti insieme, nel girone A dove l’Italia recita il ruolo di terzo incomodo. Sudafrica e Irlanda fanno parte di un girone di ferro, il B, che vede nel novero delle candidate al passaggio del turno anche la Scozia.

Se anche tutte e quattro si qualificassero ai quarti di finale, però, l’abbinamento prevede che le squadre del girone A si incrocino con il girone B. Ecco che allora già dai quarti si prefigura uno scontro titanico per le quattro migliori al mondo: solo due potranno arrivare in semifinale.

Una circostanza che favorisce, in questo momento, le squadre nella seconda metà della top 10 del ranking mondiale: nel girone C le favorite per il passaggio del turno sono Galles e Australia, nel D Inghilterra e Argentina.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

L’articolo RWC: due delle quattro migliori al mondo non saranno alle semifinali sembra essere il primo su On Rugby.

Exit mobile version